MILANO RADICALMENTE APERTA: I documenti del Comune di Milano

Denuncia dei radicali: "I manifesti affissi sono tutti abusivi". E il Comune conferma.

22/04/2011
Corriere della Sera, edizione Milano
A. Senesi

I manifesti elettorali affissi a Milano? Tutti abusivi. Fino a quando non saranno ufficiali le liste in corsa per le amministrative anche le plance già montate sarebbero a rigor di legge inutilizzabili. La denuncia arriva dai Radicali della Lista Bonino, che in questi giorni stanno raccogliendo le segnalazioni dei manifesti attaccati al di fuori degli spazi consentiti. «Da sempre combattiamo le affissioni abusive, ma quest`anno - ha detto Marco Cappato - c`è stato un salto di qualità. Il Comune, indirettamente, conferma: «Abbiamo quindici squadre di persone che si occupano di staccarli e ne abbiamo già tolti 8o.ooo. Ci sono inoltre dieci accertatori che si occupano delle sanzioni e abbiamo già fatto quattromila multe». La città continua però a essere interamente ricoperta da cartelli elettorali nonostante non ci sia ancora il via libera, ma per Cadeo il problema è dovuto a un`anomalia legislativa: «La legge - continua l`assessore - dice che ci sono 30 giorni di tempo per la campagna elettorale, ma nei fatti non è così. Non è stato possibile fare l`assegnazione degli spazi subito dopo la presentazione delle liste elettorali per via dei ricorsi. «Tutti i manifesti sono abusivi» I manifesti elettorali affissi a Milano sono tutti abusivi. Fino a quando non saranno ufficiali le liste in corsa per le elezioni amministrative del prossimo maggio, anche le plance che sono già state montate sarebbero a rigor di legge inutilizzabili. La denuncia arriva dai Radicali della Lista Bonino. I Radicali in questi giorni stanno raccogliendo le segnalazioni dei manifesti attaccati al di fuori degli spazi consentiti. E il Comune? Indirettamente ha confermato: «Abbiamo quindici squadre di persone che si occupano di staccarli e ne abbiamo già tolti 8o mila».